Modelli OSI – prototipi e vetture di serie | Ford

 

OSI Ford Anglia Torino

Ford Anglia Torino

base: Ford Anglia 105E

presentazione: Turin 1964

anno di fabbricazione: 1965 - 1967

numero dei pezzi: > 10.000 (Torino und Torino S)

disegno: Giovanni Michelotti

Nel 1963 Filmer Paradise, il direttore generale della Ford italiana, si rivolge alla Ghia per una rielaborazione dello styling della Ford Anglia, i cui numeri di vendita in Italia regrediscono nettamente. La nuova carrozzeria dovrebbe corrispondere maggiormente al gusto italiano – appunto essere “vestita all’italiana”. Per ragioni di costi, devono essere adottati il telaio, le portiere, il parabrezza e tutti le parti meccaniche dell’inglese 105E.

La Ghia passa l’incarico, per difficoltà proprie, a Giovanni Michelotti il quale progetta la nuova carrozzeria per il Salone di Torino nell’autunno 1964. Le prime vetture vengono consegnate a marzo/aprile 1965.

 

OSI ford anglia torino S

Ford Anglia Torino S

base: Ford Anglia 105E

presentazione: Turin 1965

anno di fabbricazione: 1965 - 1967

numero dei pezzi: > 10.000 (Torino und Torino S)

disegno: Giovanni Michelotti

 

 

Un anno dopo la presentazione della Ford Anglia Torino segue, nell’autunno 1965, la Ford Anglia Torino S, che grazie al carburatore doppio corpo Weber ha una prestazione migliore (52 invece di 41 SAE PS).
In Italia sono state vendute circa 10.000 unità dell’Anglia Torino. Il modello è stato anche proposto in Benelux e più tardi anche assemblato presso la Ford in Belgio.

 

Ford OSI Mustang

OSI Ford Mustang Berlinetta

base: Ford Mustang

presentazione: Torino 1965

numero dei pezzi: prototipo

disegno: Sergio Sartorelli

 

 

 

La OSI Ford Mustang è il primo modello costruito dall’OSI con carrozzeria in vetroresina (licenza Alpine). Il progetto è un lavoro di Sergio Sartorelli durante un periodo ad Alessandria come freelance per l’OSI, prima della fondazione del Centro Stile ed Esperienze dell’OSI alla fine del 1965.

Il telaio viene accorciato di 240 cm e munito di un tubo metallico. La vettura ha un motore V8 e l’ingranaggio della Ford Mustang, con freni a disco rotondi (collocati dietro interiormente) e differenziali bloccabili.

 

Ford OSI 20M TS Coupé

OSI 20M TS Coupé

base: Ford Taunus P5, P7a

presentazione: Ginevra 1966

Bauzeit: 1966 - 1968

numero dei pezzi: ca. 2200

disegno: Sergio Sartorelli

 

 

 

All’inizio del 1965 l’OSI ottiene l’incarico per uno styling studio su base della corrente Ford Taunus P5. Il primo prototipo ha origine già a metà dello stesso anno ed a marzo 1966 la Ford mostra la vettura, ancora come “styling studio”, per la prima volta al Salone dell’auto di Ginevra.

Il 10 gennaio 1967 viene presentata alla stampa nella sua versione in serie al castello di Georghausen.

In tutto l’OSI ha prodotto fino al luglio 1968 circa 2.200 esemplari.

Ford OSI 20M TS Convertible

OSI 20M TS Convertible

Basis: Ford Taunus P5

presentazione: Torino 1967

numero dei pezzi: prototip

disegno: Sergio Sartorelli

 

 


Sotto la guida di Sergio Sartorelli vengono disegnati vari studi di design per una Ford OSI Convertibile. Al Salone dell’auto di Torino, nel 1967, viene presentato il prototipo con un telaio accorciato. Tutti i pezzi vengono confezionati appositamente a Milano per la vettura. Forme di lamiera speciali vengono saldate per dare la necessaria resistenza.

L’auto viene presentata al pubblico come Cabriolet con capotta a totale scomparsa. È pianificata una produzione in serie al costo di 17.000 milioni di lire, ma non avviene più poiché l’OSI interrompe la produzione di vetture nel 1968.

 

 


↑ up